Riqualifica giardino

All posts tagged Riqualifica giardino

Il nuovo decreto di legge riguarda spazi privati, coperture a verde e giardini pensili

Oleandro _particolare fioreUna buona notizia per il portafoglio degli amanti del verde arriva dal Senato, dove di recente è stato presentato il disegno di legge “Misure di agevolazione fiscale per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari di proprietà privata”, che riguarda appunto lavori di riqualificazione di giardini e orti privati, ma anche la creazione di tetti verdi e di giardini pensili,
Scorrendo il ddl che incentiva i lavori in giardino si legge che è prevista una detrazione del 36% per spese che devono essere comprese tra i 2mila e 30mila euro annui. La detrazione spetta ai proprietari o agli affittuari. Si applica anche per spese sostenute per interventi sulle parti comuni dei condomini (tra i 5mila e i 50mila euro); in questo caso gli incentivi spettano al singolo condomino, secondo la quota che ha versato, a condizione che l’abbia versata entro i termini prescritti.
Inoltre si prevede che i comuni possano definire criteri e condizioni per realizzare opere di sistemazione a verde di aree private, per migliorare l’aspetto del territorio, per poi deliberare riduzioni dei tributi locali.
Per quanto riguarda la copertura finanziaria, il decreto vale circa 200 milioni di euro all’anno, che verrebbero individuati all’interno dei “Fondi di riserva e speciali”.
Il Ddl è stato presentato a Palazzo Madama dai senatori Susto, Di Biagio, Dalla Zanna, Laniere, Puppato, Gianluca Rossi, che nella relazione introduttiva hanno spiegato che l’obiettivo è di “rafforzare nel nostro paese una sana e diffusa cultura del verde” e ottenere, grazie agli interventi di riqualificazione un incremento del “valore ecologico e ambientale delle zone densamente edificate” e un recupero di quello “estetico e paesaggistico di spazi privati caratterizzati da degrado e abbandono”.
In quest’ottica il verde privato non è solo “arredo estetico qualificante di uno specifico contesto urbano – si legge ancora nella relazione introduttiva – ma soprattutto fattore essenziale di sviluppo e miglioramento della qualità della vita degli abitanti di un determinato territorio e strumento progettuale di compensazione e mitigazione degli impatti socio-ambientali prodotti da edificazioni anonime e lontane dalla ricerca del ‘bello’”.

Fonte: www.gardentv.it